Dovevo recuperare …


Dovevo recuperare un CD che avevo bisogno di sentire, ieri sera, nell’attesa.

Ho aperto il portone di ingresso ed ho necessitato di un momento… Dove l’ho parcheggiata? A destra, sì, vicino la piazzetta della scuola. Pochi passi e poi mi fermo. Sto per svoltare l’angolo del palazzo. Un sorriso. E se lo incontrassi ora? In tuta e scarpe da ginnastica, senza trucco e con una coda di cavallo approssimativa mi riconoscerebbe? Sì, mi riconoscerebbe… Perchè lui è dietro l’angolo che mi aspetta da sempre, mi dico. E’ lì che mi aspetta. Sorrido dinuovo. Non ho mai avuto fortuna con gli angoli, con gli spigoli, con le asperità di ogni genere. So per certo che dietro quell’angolo non c’è nessuno…. Dovrei camminare e camminare e camminare senza la speranza di arrivare per trovarlo…

Nascondo le mani nelle maniche abbondanti e mi rannicchio nell’abbraccio della felpa di cotone: questa sera fa fresco. Torno a casa, mi siedo al PC, scrivo due sciocchezze, fingo una risata autentica, no, non sono triste, non chiedetemelo…. Soffro di nostalgia. Una nostalgia feroce nei confronti di qualcosa che non ho ancora avuto e che, putroppo, non sta dietro l’angolo.

2 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento