il suo nome è: PECCA…

il suo nome è: PECCATO
Ed alcuni, che gli sono più intimi, lo chiamano Passione, per non confonderlo con i banali bisogni della gente comune, e non sbagliare i gesti e le parole quando toccano la sua ombra o parlano dei suoi pensieri segreti.
Perché il suo nome è anche passione, già, e ribolle nell’ampolla dell’animo nostro e scuote le fronde di quei pensieri che sfuggono sui rami più alti, e sfrondano fruscianti quando una brezza sfiora la cima dei desideri e dei bisogni e della fame.
E quelli che non lo conoscono o che lo sfuggono per timore, lo chiamano Vizio, da tenere in un cassetto, di cui non parlare, per il quale possono esistere solo fuggevoli pensieri angoscianti, tra le lenzuola agitate durante una notte insonne…
Se volete, in un momento di sfrontato coraggio, chiamatela Fine, che sia la vostra (nostra) ultima spiaggia, che sia il termine affannoso del vostro viaggio, che appaia come l’ultima stazione di posta, prima del grande salto.
Se aveste il coraggio di alzare lo sguardo, potreste scrutare la sua rotta tra le nuvole ed i resti galleggianti dell’ultimo naufragio dei vostri piccoli bisogni e dei vostri grandi appetiti. I relitti abbandonati di quello che avreste potuto avere, oppure, soltanto lo scoglio annerito su cui si sono infrante le vostre rinunce.
Chiamatelo PECCATO, com’era, è e sarà sempre, che sia la vostra droga, la cura dei vostri dolori, la medicina per la malattia che da sempre stringe e contorce quel vostro animo, represso, piegato, genuflesso nell’ombra di misere stanze vuote e polverose. E quando, di nuovo, fortunosamente, torna ad albeggiare la luce di un nuovo giorno, fate che sia di nuovo una speranza, quella che vi stringe il cuore nei mormorii di un ennesimo risveglio. Fate che sia di nuovo un auspicio, quello che vi sfiora la mente, mentre dirigete passi ciabattanti verso il bagno…
Ora che sono stanca, stanca davvero, ditemi che posso sognare qualsiasi cosa, che non sarà male, e non ci saranno condanne o assoluzioni, ditemi che posso e lasciatemi andare…








Lascia un Commento