Archivio per 2004 | Pagina di archivio annuale

(questo post non ha titolo)

(questo post non ha titolo)

Una passione.Per l’anno nuovo me ne basta una.Ma che mi infiammi come una febbre tropicale e mi scaraventi ai quattro angoli del mondo.Che esaurisca i miei tentennamenti e mi fagociti come una particella solida.Una passione.Per piacere.

(questo post non ha titolo)

(questo post non ha titolo)

Oggi mi concedo un gesto impulsivo. Ho lettori intelligenti e comprensivi che avranno la delicatezza di non commentarmi per una volta.Parlo con te. Direttamente qui ché tanto mi leggi sempre, no?Sbirci il mio mondo e le mie emozioni quando preferisci, intrecci congetture, formuli giudizi e poi mi scrivi in separata sede. Io non posso leggere […]

(questo post non ha titolo)

Spettatrice di realtà paradossali. Un pessimo spettacolo ad un prezzo esoso.Il limite della sopportazione. Il limite della comprensione.C’è chi paga colpe non sue e chi gode dei benefici di legge. Quale cazzo di legge?Da manicheista e samaritano. Io sono lo spartiacque. Ascolto e respiro. Piano ma ritmicamente. Fisso la nebbia fuori dalla finestra.La sento venirmi […]

(questo post non ha titolo)

Nessuna defezione, nonostante ambigue intuizioni.Imboscate misurabili in battiti del cuore.Incursioni tra le pieghe dell’incertezza.Perimetri percorsi in punta di piedi.Tratteggiando un avanzamento infinitesimale. Ma sostanziale.Lenta, godibile espugnazione.

(questo post non ha titolo)

Sono troppo attenta.Non conosco pretesti per distrarmi. E diluirmi.

(questo post non ha titolo)

L’alternanza delle emozioni.Il loro addensamento. La loro dissoluzione.Posso avvertire il percorso che compiono attraverso il corpo.Sentirle arrivare come una marea, saturare le membra, ingravidare l’anima.Sopportarne i palpiti e restare spettatrice, stupefatta.E poi lasciarmi svuotare dal loro riflusso.Precipitare rapidamente verso un intoccabile luogo muto, vergine.Come se nessuno potesse raggiungerlo. Come se fosse un ricordo.Ed io rimango […]

(questo post non ha titolo)

Neve.Felpata. Fugace. Fragorosamente silenziosa.Affine.

(questo post non ha titolo)

Oggi trattengo.Nessun pensiero si coaugulerà in parole. E poi frasi. E poi concetti. No.Oggi disperdo la concentrazione. La lascio evaporare, bollente, al gelo di questa Vigilia ostile.E qui mi fermo. In limine.

(questo post non ha titolo)

Consapevole, senza guardarle, delle mie mani vuote.Sento condensare sotto lo sterno l’idea di privazione.Rifiorisce dentro. Non nella testa come un ricordo qualsiasi ma al centro del corpo.Vaga, limpida e solenne come il rintocco improvviso di una campana che riempie la vacuità bianca dell’intervallo.Tra un battito del cuore ed il successivo. Ora.Smettere di ascoltare. Mescolarsi alla […]

(questo post non ha titolo)

“Vorrei scrivere una lettera semplice ed essenziale, sintetica e inconfutabile come una formula matematica o un’aria di Mozart. Un assioma che parli di me e di te e delle cose che la nostalgia rende fragili, vibranti e dolorose” [Che tu sia per me il coltello – D. Grossman] Aperto a caso, stamattina. Ripreso in mano […]

(questo post non ha titolo)

So cosa stai pensando. Non sei nemmeno originale.Ti domandi perchè non ceda. Perchè io non ho bisogno di surrogati. Semplice e raggelante.Sono una precaria affettiva. E con questo?Credi mi spaventi la solitudine? No, mi fa tristezza. Ma la sopporto. E’ una pessima compagna di viaggio ma io guardo fuori dal finestrino, mi godo il paesaggio […]

(questo post non ha titolo)

A C. [una delle quattro amiche C] l’analisi è servita. Dice.Le ha dato l’opportunità di pensare a sé più di quanto avesse mai fatto. Adesso conosce qualcosa di se stessa. E mi telefona, ogni volta, certa di regalarmi nuove angolazioni sotto le quali crede che io non l’abbia mai guardata.Suppongo sia convinta di avere cognizione […]

(questo post non ha titolo)

C’è un silenzio imperfetto che galleggia nel mio mare cogitante.E una luce lattiginosa che filtra dalle pareti ostinate dell’isolamento.Affondo dolcemente nell’incomprensione.Mantenendo lo sguardo fisso sul baricentro del mattino.Un’àncora preziosa.

(questo post non ha titolo)

Qualcosa balbetta ancora dentro di me.Ma la mia stanchezza è immensa. Mi rasserena il viso come una maschera levigata dagli occhi vuoti.Una solitudine asciutta. Umiliante.Che mi imbavaglia.Datemi quello di cui ho bisogno e che non so cosa sia.

(questo post non ha titolo)

Io il Natale lo detesto. Cordialmente.Più delle feste di compleanno e degli anniversari.Delle Pasque fuori porta e degli addi al nubilato.Delle cene dei coscritti e delle rimpatriate dei compagni di liceo.Non digerisco nessuna ricorrenza predefinita. Le imposizioni sociali implicite.Riunirsi. Sorridere. Bere e mangiare. Far finta di ascoltare. Brindare, augurare, regalare, ammiccare. Zigzagare tra una fetta […]

(questo post non ha titolo)

E poi?Poi chiudere gli occhi e udire la mia stessa voce che filtra lenta e torva come un fiume fangoso. La viltà è tiepida e vorrei rimettermi a lei, deponendo tutte le armi da eroina che trentanni di pensiero mi hanno concesso.Che cosa sono oggi, in questo momento? Una foglia levigata, muta, caduta al suolo. […]

(questo post non ha titolo)

Splinder. Informazione gratuita. La blogger da lei richiesta è al momento non disponibile.Lasci un messaggio dopo il segnale acustico e verrà ricontattato al più presto. Ma anche no. ………….Beep

(questo post non ha titolo)

Scrivo di getto in pieno stream of counciousness.Oggi ho avuto un’illuminazione. Un occhio di bue si è posato su di me mentre trotterellavo col mio bel carrellino tra il reparto surgelati e quello dello scatolame vario.Voglio conquistarmi un castigo. Voglio inventarmi il comportamento più indecente che esista e metterlo in pratica. Voglio raccogliere i cocci […]