Mi rendo conto di es…

Mi rendo conto di essere in grado di comunicare più degnamente attraverso le immagini che le parole…
Mi pare di saper scrivere solo qualche distorta sillaba che rende minimamente quello che intendo.
Faccio fatica, santo cielo! Io che con le parole ci ho lavorato per anni.
Frustrante. Ingiusto. Atterrente.
Sto perdendo fiducia nella capacità di comprensione di chi mi ascolta e nella mia di farmi conoscere (ed accettare).
Come se si parlassero due lingue diverse, come se fosse, peggio, un dialogo tra sordi.
Leggere parole che siano un abbraccio è un lampo di luce sempre più sporadico…
Voglio bere parole che dissetino, ne ho bisogno.















5 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento