Archivio per febbraio 2004 | Pagina di archivio mensile

[  Perfer et ob…

[  Perfer et obdura  ]

Oggi c’è un sole ch…

Oggi c’è un sole che manda in loop la voglia di vivere

(questo post non ha titolo)

Questo è il logo della protesta dei bibliotecari impegnati nella raccolta di firme contro una direttiva europea che obbligherebbe al pagamento di un ticket per il prestito in biblioteca, da versare a favore di autori ed editori. Su questo blog trovate una spiegazione più completa e competente, qui invece un appello da firmare.

[ La gentilezza d’an…

[ La gentilezza d’animo è merce rara ]

Esiste un egocentris…

Esiste un egocentrismo insopporabile.Quello che appartiene ad un adulto e dovrebbe caratterizzare un bambino, invece.L’egocentrismo che pretende l’attenzione su se stessi, sempre.Un piagnisteo costante “guardami, parlami, dammi, fai, capiscimi, vieni”…. Odioso.Un lamento querulo, un sottofondo che sega i nervi.E poi dicono che è solo questione di insicurezza… Macchè! E’ narcisimo, egoismo smodato, ricatto, incapacità di […]

no title

(questo post non ha titolo)

Era estate. Si stava sedute in macchina, io e te. Inseparabili.Le portiere aperte e le note di “Missing”,leggere, nell’aria… La notte era bollente, il vestito di lino non abbastanza leggero, il mare piatto, sul molo solo noi due.Nelle mani un paio di Adelscott gelate e lo sguardo fisso in un punto indefinito.Giochi con una ciocca […]

” Sapevo che saresti…

” Sapevo che saresti arrivato E ti ho attesoSapevo che mi avresti imprigionato E ti ho desideratoSapevo che avrei perso gli occhi e il potere E l’ho accettatoMa quant’è duro il cristallo della tua assenza E che terribile la sua trasparenza “

[ Vasa inania multum…

[ Vasa inania multum strepunt ]

“Ad un certo punto s…

“Ad un certo punto saprai cosa devi fare” ,dici, “quello che è giusto”. Hai parlato come l’oracolo.Tu sai. Beato te.Io non so niente di niente. Solo che ho addosso una stanchezza infinita. Vorrei addormentarmi e svegliarmi che ho trovato una soluzione, in me o fuori di me; anzi, vorrei che la soluzione la trovasse qualcun […]

Penso a quel che si …

Penso a quel che si perde.A ciò che perdiamo, nostro malgrando, mentre camminiamo. Avanti.Ho finito col perdere zavorre inutili e complementi essenziali: affetti, conoscenze di dubbio gusto, amicizie, fiducia, sorrisi, numeri in rubrica, opportunità, sonno.Col perdere praticamente tutto, insomma.Così ho optato per la stasi. Credevo fosse cautela. Invece è solo paura.Paura di ritrovare qualcosa di […]

(questo post non ha titolo)

Immagine presa in prestito dal blog di amabeth

[  Ho nostalgia…

[  Ho nostalgia di un albicocco… ]

(questo post non ha titolo)

Sveglia da 5 ore.Uscita di casa alle 6.00. Buio pesto e nervi tesi. Pioggia.Ho camminato. Ricordo il percorso? Vagamente. Dovevo stancarmi per non implodere, definitivamente.Camminare nell’illusione di arrivare da qualche parte.Camminare rabbiosamente perchè nessun luogo è abbastanza lontano.Camminare e vedere l’alba baluginare con la meraviglia negli occhi, come se non l’avessi mai vista prima.Come se […]

Ho voglia di primave…

Ho voglia di primavera. Di petali teneri e nuvole rapide. Di acquazzoni freschi e vento carico di polline.Voglio ascoltare voci nuove e stringere mani schiette.Rinascere. Questa parvenza di vita non mi basta più.

Navigo nel web e, pr…

Navigo nel web e, probabilmente, dovrei farlo meno.Faccio zapping tra i blog e mi imbatto davvero in oscenità di ogni genere…La sconcezza in cui sono incappata questa mattina ha dell’inverosimile -almeno spero-. Tale -> Dandyna <- che, ieri sera, posta un bel messaggio in cui dichiara che il 29 febbraio corrente mese si toglierà la […]

no title

[Proposito] Devo im…

[Proposito] Devo imparare ad ammettere e accettare -già più difficile-  la mia abalietà…

“Occhi spalancati su…

“Occhi spalancati susilenzio vestito di bianco. La perfezione asimmetrica di un fiocco di neve.Pace.”

“La guardò. Ma d’uno…

“La guardò. Ma d’uno sguardo per cui guardare già è una parola troppo forte.Sguardo meraviglioso che è vedere senza chiedersi nulla, vedere e basta.Qualcosa come due cose che si toccano – gli occhi e l’immagine – uno sguardo che non prende ma riceve, nel silenzio più assoluto della mente, l’unico sguardo che davvero ci potrebbe […]