“Ad un certo punto s…

“Ad un certo punto saprai cosa devi fare” ,dici, “quello che è giusto”. Hai parlato come l’oracolo.
Tu sai. Beato te.
Io non so niente di niente. Solo che ho addosso una stanchezza infinita. Vorrei addormentarmi e svegliarmi che ho trovato una soluzione, in me o fuori di me; anzi, vorrei che la soluzione la trovasse qualcun altro, di più: che si trovasse da sola.
E’ vero: io non sono realista. E’ sempre stato così, la realtà non mi è mai piaciuta un granchè, me la sono sempre rifatta o modo mio, a mia misura. E quando non mi è stato possibile mi sono chiusa ermeticamente.
Adesso il mondo degli altri mi è caduto addosso, non ho fatto in tempo a scansarmi…
E non so come guardarlo in faccia ed accettarlo.






12 commenti

  1. if

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento