Archivio per marzo 2004 | Pagina di archivio mensile

no title

(questo post non ha titolo)

[Camuffamenti]Il coraggio è merce rara.C’è chi si nasconde dietro un dito per occultare la propria inettitudine e rifuggire il confronto con gli altri. Evitare di leggere nei loro occhi l’assoluta mancanza di stima consente loro di guardarsi ogni mattina allo specchio.Negando, ancora una volta, la loro miserrima natura e insabbiando una ridicola spina dorsale di […]

Nulla sarà [probabil…

Nulla sarà [probabilmente…] mai come prima.Mai entusiasmo sarà altrettanto intenso, stordente.Nessun sorriso prometterà più gioia. Camminerò per strade casuali, morendo e rinascendo ad ogni respiro.Toccherò altre mani, titubante; cercherò significati nei gesti involontari di chi mi parlerà.Ascolterò le voci, i toni, le bugìe e le verità che si alterneranno con sempre meno imprevedibilità.Sentirò la carne […]

[ Memorandum ] Devo…

[ Memorandum ] Devo mettere in lavatrice un lustro di vita.

Wishlist Vorrei la …

Wishlist Vorrei la voce di Norah Jones e l’intensità di Tori Amos.Lenzuola che profumino di gelsomino e le caviglie sottili di un’étoile.Dimenticare gli anniversari ed i compleanni di chi ho perso per strada, vivendo.Saper suonare il pianoforte e comporre musica.Ricominciare il liceo e riuscire a prendere un 8 in analisi.Un fiuto infallibile quando si tratta […]

Negli occhi portiamo…

Negli occhi portiamo tutto quel che ci manca,guardiamo le mancanze, di sottecchi,perdiamo l’orizzonte. A poco a pocodiventeremo simili a quello che non siamo.

Ha ragione Vì: è uno…

Ha ragione Vì: è uno schifo di giornata

[ Incantevole metafo…

[ Incantevole metafora di un sentimento…. ]Un guanto precipitò, da una mano desiderataa toccare il pavimento del mondo in una pista affollata.Un gentiluomo, un infedele, lo seguì con lo sguardo,e stava quasi per raggiungerlo, ma già troppo in ritardo.E stava quasi per raggiungerlo, ma troppo in ritardo.Era scomparsa quella mano e tutta la compagnia,e chissà […]

Impulso violent…

Impulso violento di cancellare tutto. L’inutile mi provoca isteria.

Alla domanda di chi …

Alla domanda di chi mi vede un po’ stralunata: “Che hai, E.?” la risposta è: “Niente”. Ed è una risposta sincera e sconfortante: significa davvero n.i.e.n.t.e. Quel particolare stato d’animo in cui il vuoto diviene eloquente, dirompente. Il primo segnale che si comincia a recepire la vita come assurda. Accade così, quasi inconsapevolmente. Chiudi gli […]

(questo post non ha titolo)

Ho riso tanto. Persone nuove, ruspanti nei gesti e nel linguaggio. Percepisco autenticità e accoglienza. Non mi sento l’elemento disturbante e mi rilasso fin da subito.Io ho sempre il cruccio di non riuscire a comunicare alle persone che voglio solo compagnia, che mi basta intuire di essere gradita per gioirne intimamente.E’ difficile che accada. Non […]

Dal momento che sono…

Dal momento che sono consapevolmente masochista (o, forse, solo speranzosa di imbattermi in un miracolo) stasera “bisso”.Il locale questa volta è un ristorante, cambia la gente e la prospettiva del puro divertimento.Rilancio. O perdo tutto o riscatto il week end…

(questo post non ha titolo)

Ebbene sì!Le mie previsioni di ieri sera erano sbagliate.Sono stata troppo ottimista. Era peggio.Non ho potuto nemmeno addormentarmi su un trespolo al bancone del bar semplicemente perchè non c’era un solo, maledetto, trespolo libero…. [La prossima volta pretenderò di andare in un locale in cui i manichini ed i cartellini del prezzo attaccati agli abiti […]

Mi hanno prospettato…

Mi hanno prospettato una serata “tutto divertimento“…Ore piccole, bella gente, posto sofisticato, ingressi selezionati. Mi addormenterò su un trespolo al bancone del bar, garantito.

[Domanda malsana del…

[Domanda malsana del venerdì pomeriggio] Cosa arriva di me a chi mi legge?

no title

Il dolore manca di s…

Il dolore manca di sfumatura perchè le parole del dolore sono nette e prolisse, come il silenzio di tomba che suscita.Esso è rotondo come la terra, senza spigoli sfuggenti a cui aggrapparti, è una forma di compiutezza arcadica in cui dall’animale salta fuori lo stesso uomo vitale e retorico, doloroso e trito come una madre […]

(questo post non ha titolo)

Accidenti!!!20.000 ingressi sul groppone e sono un fiore…[Grazie]

(questo post non ha titolo)

Giorni frenetici.Poco tempo per pensare.Meglio.Fare. Fare. Fare.Senza pensare.Ed intanto il momento in cuiguarderò quegli occhie sorriderò, cattiva,è sempre più vicino… [Il dolore trasfigura]

Le magnolie del giar…

Le magnolie del giardino che attraverso avviandomi al centro cittadino stanno per sbocciare.Sono uno splendore quando ostentano i loro petali carnosi e lattei, screziati di rosa.Mi riscopro ad osservarle ogni giorno, ad ogni passaggio, con occhi indagatori.Nell’attesa.Sotto una di quelle nodose magnolie, tra l’erba tenera di inizio primavera, trovai, più di vent’anni fa, un piccolo […]