Nulla sarà [probabil…

Nulla sarà [probabilmente…] mai come prima.
Mai entusiasmo sarà altrettanto intenso, stordente.
Nessun sorriso prometterà più gioia.
Camminerò per strade casuali, morendo e rinascendo ad ogni respiro.
Toccherò altre mani, titubante; cercherò significati nei gesti involontari di chi mi parlerà.
Ascolterò le voci, i toni, le bugìe e le verità che si alterneranno con sempre meno imprevedibilità.
Sentirò la carne tremare e la vertigine salire.
Vorrò abbandonarmi all’intenerimento, lasciarmi avviluppare dall’illusione e viverla.
Probabilmente cederò le armi e perderò ancora.
Ripeterò errori e balbetterò frasi fatte per svincolarmi da luridi contesti.
Pantomimerò la vita con sufficiente convinzione nei miei mezzi.
Scoccherò tutte le frecce riposte nella mia faretra.
Ma niente avrà più lo stupore di prima.
Nell’inutile coscienza che tutto è inutile.
O forse no.

















7 commenti

  1. if

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento