(questo post non ha titolo)

E’ molto che non mi sento di essere quello che vedono gli altri.
Un maniacale labor limae dell’anima mi ha consentito di identificarmi in ciò che anche al sorgere del sole resiste.
Mi sono lasciata attraversare dalla tua identità e ti ho riconosciuto .
Ho desiderato consapevolmente di ascoltare parole che sapevano di commedia. Non mi ha destabilizzato l’offerta di una bugìa maldestra.
Ho rimandato indietro il piatto. Ho fame di parole liquide, ricercate, zuccherose.
Volto la pagina.







4 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento