(questo post non ha titolo)


Passi una serata tra semi-sconosciuti che ti regalano sguardi accoglienti.
E oltremodo concupiscenti.
Non mostri fragilità.
Regali sorrisi.
Giochi con una ciocca di capelli come quando, bambina, ingannavi il tempo in attesa di Morfeo.
Bevi il tuo Porto rosso seduta comodamente su un divano di velluto scarlatto.
Mimetizzi l’indolenza ma il tuo sguardo, perso in un punto indefinito, ti tradirebbe.
Se solo quegli occhi bramosi ma incapaci sapessero come guardarti.
E tu non esibisci trasparenze.
Ti rendi conto che non basta la buona volontà per sentirti parte del consorzio umano.
Tu vuoi di più.
Tu cerchi quello sguardo.
Quello che ti trapasserà da parte a parte senza lacerarti.
Avviluppandoti. Stordendoti. Seducendoti.
E tu, finalmente, ti abbandonerai.















10 commenti

  1. if

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento