(questo post non ha titolo)

Tra qualche ora parto.
Starò via un paio di giorni, ne ho bisogno.
Mare, sabbia, abiti di lino bianco, i capelli raccolti ed un sole cocente a frustarmi la schiena.
Giorni fa sarei partita col cuore leggero.
Oggi meno. Ma parto.
Con una sensazione indescrivibile sulla pelle ed una data indefinita nella testa.
Porto un bocciolo nel petto.
E le ali dei miei pensieri li portano lontano.


“L’attesa è una suspense elementare,
è un antico idioma che non sai decifrare,
è un’irrequietezza misteriosa e anonima,
è una curiosità dell’anima.”


G.Gaber – L’attesa











26 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento