(questo post non ha titolo)

La notte è fresca.
Un refolo di vento entra dalla finestra e accarezza le caviglie.
La mia immobilità è circondata da pareti trasparenti.
Toccami.
Oltrepassa i limiti del perimetro che ti concedo di percorrere e toccami.
Deresponsabilizzami.










12 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento