(questo post non ha titolo)

Ieri sera uscita con C.
E’ in crisi, dice.
Ha una figlia splendida di quasi 3 anni. Un po’ troppo vivace, però.
Un marito che la venera come se fosse Bastet. Un po’ troppo preso dalla carriera, però.
Un lavoro gratificante di riabilitazione degli ex carcerati. Un po’ troppo emotivamente sfiancante, però.
Mi guardava e mi chiedeva: “Come farò ad andare avanti così?”
Guardava me e chiedeva l’assurdo.
Guardava me e non riusciva a leggere l’invidia in me che la guardavo.










26 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento