(questo post non ha titolo)

La sensazione di non essere mai all’altezza della situazione mi impegna nella costante ricerca di ciò che, provvisoriamente, sappia radiare la mia insofferenza, per vedermi, poi, sprofondare di nuovo nell’incertezza.
Devo esimermi dall’ostinarmi a giudicare il mio ruolo. Chi sono e chi non sono.
Così partorirò solo storpi tentativi di eludere una potenziale solitudine.



20 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento