(questo post non ha titolo)

Mattine fredde in cui l’eco di alcune parole è un rumore caldo che ti lambisce, gentile.
Ti colma per risvuotarti in un ciclo morbido e provvidenziale.


11 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento