(questo post non ha titolo)

Ho come la sensazione di aver vissuto gli ultimi mesi in un’inerzia dignitosa e narcotizzante.
Dietro la quale il piacere di vivere e le passioni si annidavano come il serpente tra le pietre immobili battute dal sole.
E’ faticoso camminare in punta di piedi per non farsi sentire dal serpente. Ed è colpevole.
Voglio lasciarmi sgorgare, copiosa.






6 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento