(questo post non ha titolo)

Faccio una doccia. Calda.
Quindici minuti di immobilità sotto l’acqua che scroscia, regolare.
Mi avvolgo nell’accappatoio blu.
Cammino scalza sul parquet, freddo.
Scelgo Bach. Le variazioni Goldberg.
Finalmente mi rilasso. Spalmo la crema allo zenzero sulla pelle.
Un profumo intenso mi allaga le narici.
La giornata è terminata.
Sorrido. Mi massaggio i polsi. Respiro profondamente. Deglutisco.
Il mio sguardo non ha ancora famigliarizzato con le pareti sconosciute della nuova casa.
Ogni diversa angolazione è una scoperta.
Accendo un paio di candele e mi corico sul letto.
Sorrido ancora.
Un cuore bianco non ha prezzo.














26 commenti

  1. utente anonimo
  2. utente anonimo
  3. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento