(questo post non ha titolo)

Oggi non trovo parole mie. Le prendo in prestito da Marlowe, ricordando una discussione di qualche giorno fa sulla "tentazione di non vivere".

"L’accidia è il più intellettuale dei peccati. E’ il rifiuto della vita, dei suoi pericoli e dei suoi dolori. E poichè non è naturale dire di no alla vita, solo l’intelligenza può portare a una simile distorsione e mantenerla in essere. Ma ciò significa, dire di no alla bellezza e alla gioia della vita, e condannarsi a un polveroso, gialliccio e stantio destino di romitaggio, tanto più odiato e insopportabile, quanto più necesssario e irrinunciabile"

C. Marlowe, Doctor Faustus.

10 commenti

  1. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento