(questo post non ha titolo)

Notte o giorno, sveglia o addormentata, partecipe o separata dal consorzio umano che sia.
Sono pervasa da questo inesplicabile stato di allerta.
Sempre preparata a qualsiasi contingenza.
Probabile o inverosimile.
I nervi, le sinapsi ed i muscoli pronti a scattare.
Come un acrobata che esegue un triplo salto mortale librandosi tra due trapezi.
Ad occhi chiusi. Precisa.
Mi viene quasi da fare un inchino e ringraziare il pubblico per la cortese attenzione.
Quanto poco cielo si vede da qui. Così.

20 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento