(questo post non ha titolo)

La profilassi non è più la fuga. Né la negazione.
Carica di una responsabilità indefinita ed angosciosa scelgo la via dell’accondiscendenza.
Sperimentando una sconosciuta ma provvidenziale tenerezza per me stessa.
Sono corsa incontro al mio vissuto e non mi sono frantumata all’impatto.
L’ho trapassato. Percependone appena i contorni.
Distratta inaspettatamente da nuovi colpi d’occhio sul presente.
Da ora la verità sarà ciò che piacerà alle mie braccia.
Aperte. Finalmente.

31 commenti

  1. ca

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento