(questo post non ha titolo)

Un filo di dolore sottile.
Che la reciprocità allenta e tira con asprezza.
Onnipresente mi corre dentro.
Impasto desiderio e impotenza.
Il mio sguardo nascosto sillaba una supplica.
Tutto ciò che riesco ad escogitare.
E’ disciplinare un impulso possente.
Cedere. 

18 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento