(questo post non ha titolo)

Un deragliamento dei nervi. Sempre nello stesso punto. Nella stessa curva dei binari.
L’occhio della mente lo percepisce. Un cumulo disordinato di gracili concetti tenta la prevenzione.
Da un punto di osservazione privilegiato, fuori di me, sono spettatrice dello scontro.
Trangugio spine. Ma non uno sfregio offende la tela del quadro.

15 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento