(questo post non ha titolo)

Sono il tempio dei forse e dei ma.
Perdo tempo seducendo l’esatta cognizione.
Piove, rarefatto, il sentire.
Inchiodato ad una geometria imperfetta.
Abito nei ritagli, nelle pieghe sommesse, dietro le curve della vita.
In costante contrapposizione -impulso e rigore-

14 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento