(questo post non ha titolo)

Incollata al finestrino.
Attendo la rappresaglia che già vibra nell’aria.
Davanti ai miei occhi si apre un inferno verbale.
Tristezza clownesca. Scomposta.
Ad impattare sul mio gesso, fittizio.
Basterebbe un minimo di autocoscienza per esimersi.
E invece no.
Fammi scendere. Voglio scendere.

12 commenti

  1. yae

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento