(questo post non ha titolo)

Chi voglio prendere in giro?
Non mi basta la prospettiva di un cambiamento potenziale.
Eccessive lezioni di pessimismo somministrate via rettale mi portano a squadrare il mondo con uno sguardo che potrebbe tagliare il vetro. Riottosa.
Le note della mia insoddisfazione risuonano gravi come un ruscello borbottante.
Oscillo spaventosamente tra un fiotto di bile e una sconfortata scrollata di spalle.
Sarebbe sufficiente piallare la coscienza.
Un gioco di bricolage per esperti.
Ed io non lo sono.

 

15 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento