(questo post non ha titolo)

E’ una mattina nuvolosa ed opaca. Il cielo sprigiona un freddo moderato ma costante.
E l’umidità appiccica le foglie morte sull’asfalto.
Ciò che avrei da raccontare di me è sempre più forte ed impellente.
Ma non esiste intimità che rassicuri, passione che scaraventi oltre il pudore.
Manca l’invocazione in controcanto.
Persa e inquieta. Mi sto intorbidendo.
Se sono capace di calpestare gli impulsi, cosa valgo?

 

11 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento