(questo post non ha titolo)

Aspirare alla perdita della consuetudine -intima- della concentrazione del sè.
Smarrire ogni minuto senza indirizzarlo a nulla.
Disperdersi, srotolarsi nella distrazione.
Muoversi obliquamente sulle onde dell’astratto.
Vorrei fermare il tempo su una sola rassicurante sensazione.
Di leggera vaghezza.

8 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento