Archivio per marzo 2006 | Pagina di archivio mensile

(questo post non ha titolo)

Di tanto in tanto.In questo marasma di pungenti sollecitazioni. Come un lampo inaspettato che fa trasalire, mi scuote la ragione.Sentinella dalle gambe ormai cedevoli. Ma perseverante.Tutti i sensi vigili. Sentire tutto, anche quello che non ha voce.Sarà una battaglia lunga ma equa.Io, l’idea del giusto, la paura, l’impulso, la morale, il desiderio.Sia che venga spezzata […]

(questo post non ha titolo)

Ho frapposto troppi impedimenti al mio dischiudermi.Corolle di insopportabile esitazione. Fumosa.Trucioli di arroganza. Sale gorgogliando un comico orgoglio.Il tempo trascorre veloce ruotando intorno alla mia smania di muovermi.Però.La sua immagine si incunea nel cervello con parole capaci.Ed io, incapace di camminare se non sul limitare del sentiero.Il colpo non cade.Che ci faccio io, qui?  

(questo post non ha titolo)

Mi lascio avanzare di un millimetro.Per poi ritrarmi. Biasimandomi.Perchè mi ripugnano le vie di mezzo.Malgrado tutto. A dispetto di tutto.Perchè rimandare?Smettere di cercare le tracce.Scommettere sull’esperienza.

(questo post non ha titolo)

[ Unconciousness ] Scendo dalla sedia e mi siedo per terra.Rannicchiata di nuovo su me stessa. Senza muovermi.Una non risposta. Il non sentito che indebolisce. Una distanza non percorribile.Ho provato pietà per questa bambina che, come tutti i bambini, paga per ciò di cui non si rende capace.Resisti, le ho detto.Stai con me. Cosa mi hai […]

(questo post non ha titolo)

Forse è un bene che io sia stanca di affinare ogni giorno la lama del rigore.In vista di una rara corrispondenza. Rotonda, generosa, da fare invidia.Che mi convinca. E mi vinca.In questo prolungato, lentissimo, rito di privazione. Di sublimazione dell’appetito.Meschina contabilità emotiva, dici?Senza certezza, manco a dirlo, di potermi affidare.Confidare per cosa mi commuovo.Dove voglio […]

(questo post non ha titolo)

L’esodo delle motivazioni a continuare. L’acuta inquietudine per questa latente incomprensione. Reiterata. Ancora, e ancora.Perchè non viene ciò che non ha necessità di parlare?Invisibilia. Io so solo usare le parole e le parole sono capziose.Làsciati cadere come sasso in un pozzo. Il pozzo che sono.Prima che appassisca l’attesa delle mie mani aperte e remissive.Come quando ero bambina […]

(questo post non ha titolo)

Il mio sproposito è un’urgenza ialina.  Di espugnazione. In un istante indifferente.Si accende di tenerezza e smarrimento.L’anima.I tuoi baci, li vorrei di tulle. [ …no, non è passato ]

(questo post non ha titolo)

Qualcuno che mi reclami all’ufficio oggetti smarriti.Che con precise e costanti pennellate porti a termine – senza cedimenti – il ritratto della mia sostanza.Che completi il puzzle che io vedo con l’ultima, trascurata, tessera.Che non si appaghi della conoscenza. E scommetta sulle mie inadeguatezze.Che non voglia spartirmi col mondo. Ma assorbirmi per fagocitosi.Voglio essere nutrita, viziata, lenita. […]

(questo post non ha titolo)

Passeggio.Un filo d’aria sottile mi avvolge le spalle come un abbraccio. E non mi lascia.– Nemmeno a casa –Mi fermo davanti alla vetrina di un fioraio. Un uomo mi sorride. Un sorriso gentile. Ha le braccia cariche di ranuncoli gialli e rose bianche. E nebbiolina, ché fa tanto allegria.Gli sorrido, di rimando, e allargo lo sguardo. […]

(questo post non ha titolo)

Finchè non c’è un’eco capace di parlarmi, anche ciangottando.Finchè mi sento splendida perfino nell’imperfezione.Finchè ballo al ritmo dell’orchestrina ridicola dei miei pensieri.Finchè non perderò le chiavi della coscienza nell’erba.Mi sta bene così.Ché non bastano dettagli interscambiabili. Ne’ crani anonimi in buono stato di conservazione.Inappetente.L’errore che stringe le tempie.E la primavera che non fiorisce, ancora. Virtù […]

(questo post non ha titolo)

[ rigurgito ] Cheppalle. Ma sul serio.Sto accumulando spaventevoli intolleranze. E sono stanca di mimetizzarle dietro ad un atteggiamento composto ed elegante.Vaffanculo.A chi glissa sul bon ton. A chi non capisce quando non è giunto ancora il momento di prendersi delle libertà. A chi mi parla e non mi guarda negli occhi. Ma mi tocca l’avambraccio, magari […]

(questo post non ha titolo)

Parole ringhianti l’una all’altra.Sono le undici e venti, ora locale.Fin dove estendo la vista, lì regna l’attimo.Potevo essere qualcuno meno partecipe di questo attimo. Di ogni attimo.Poteva essermi tolta l’inclinazione a confrontare.A precludere. A declinare i gesti altrui secondo personalissimi paradigmi.Persisto nella convinzione di non sapere qualcosa di importante. …Anche il tempo del cuore è […]

(questo post non ha titolo)

Mi sono svegliata di umore spinoso. I nervi tesi, vibranti. Ho fatto un pessimo sogno, nella notte: due uomini correvano, scapicollandosi, per arrivare non so dove. Non so da chi.Da dove venissero, chi fossero. Non lo so. Nel sogno avevo una spiacevole sensazione di famigliarità, però. Correvano a rallentatore ed erano vestiti di nero. Sembrava che […]

(questo post non ha titolo)

Una pagina azzurra.Una traccia, un segno. In un alfabeto che nessuno conosce fino in fondo.I piedi piantati nel fango e le braccia a tracciare graffi nel cielo.La stratificazione di giorni neutri ed impersonali.Questo movimento circolare, perfetto, senza inizio ne’ fine.Identico al ciclo annuale dello zodiaco. Al succedersi delle stagioni.Questo andare, senza essere indirizzata.Perchè un indirizzo […]

(questo post non ha titolo)

Senza qualcosa, senza molto, moltissimo. Si può sopravvivere.Fino a quando non si ripresenta, reinventato, ai tuoi occhi.Accidentalmente. Dannato tutto qualcosa. L’ennesimo inizio è il momento più spaventoso.Quello in cui tutto può accadere. O abortire.E tu cerchi un dettaglio, un indizio propiziatorio.La poesia. Questa poesia.Questa epifania. Come un richiamo da modulare, piano.Gli inizi raccontano già tutto.A […]

(questo post non ha titolo)

Ignorare le cause assilla le menti dubbiose.I semi distinti delle cose confluiscono solo a tempo opportuno.In spazi promiscui. Disgregando incerti equilibri.Le emozioni attraversano le pareti e trasvolano il chiuso della casa che sei.Come le onde dell’aria ti fanno brughiera.E ti condensano in una goccia di rugiada.Perchè io spero.Povero insetto che ali ha solo nella sua […]