(questo post non ha titolo)

Campioni del mondo.
Con questo trofeo in braccio sarà più facile riallacciare i fili con la realtà di un campionato deprezzato.
Ce lo culleremo, satolli, in attesa che le serie A, B, C e C1 [ché non si sa mai] scivolino via, in fretta. Ubi maior.
Io ho festeggiato con tre pasticcini tre. Ingollando champagne, beffarda. Ghignando della pessima chiusura di carriera di Zidane e lasciandomi coinvolgere dal grido liberatorio di Gattuso. Genuino, generoso, gagliardo.
Ed il resto?
Il resto è work in progress. Pertanto non trattabile, ora.

2 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento