(questo post non ha titolo)

Gli anni si dispiegano nitidi in singole immagini, singole parole.
Stagliate alla luce, a lasciare dietro attimi come souvenir del tempo.
Ciò che m’ha sempre sorretta. Le cose non dette, quelle accantonate.
Come se a sostenermi ci fosse la rivalsa sul momento.
I miei allungamenti ed i miei scorci emotivi.
I paradossi, i perni, gli smarrimenti, le indecenze.
Setacciare il fiume ansante che sono, e trovarci l’oro.
In questa poetica affezione visiva è possibile.
Un asterisco d’oro, éndice della vita.
Senza clausole.

23 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento