(questo post non ha titolo)

Nonostante la mia saggezza vile ed orgogliosa non ho messo via nulla per me.
Nulla che valga la pena trattenere. Che scomodi l’anima.
Tu sei istintiva. Solo che non galoppi. E dovresti.
Dovresti provare a scovare il tuo "selvatico".
Senza aspettare che ti metta gli occhi addosso.

Ma io non sono così. Non dipendo da un’ispirazione contingente. Vibro di curiosità ma rimango qui, ad aspettare la giusta domanda.
E’ straordinariamente difficile non sperimentarsi in innumerevoli tentativi di risposta.
Coltivo qualche speranza, vaga e nebulosa. Qualcuno che vorrei vedere arrivare.
Può darsi che nell’animo umano le cose si evolvano in modo tale che tutto ciò che è rimasto in sospeso venga discusso e risolto col ferro e col fuoco. Può darsi.
Ma questa dilazione della resa dei conti non indurisce i miei tratti. Non dispera il mio sguardo. E nemmeno mi sottrae all’appetenza.
In definitiva io sono pronta per le braci. Nei punti dove, timida, la pelle si emoziona.

14 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento