(questo post non ha titolo)

Il cielo del mio tatto non copre nessuna terra.
Assenza. Assenza. Assenza.
Ovunque tocco.
Armata di raziocinio
sulla lingua porto una risposta sigillata.
Una crepa si apre sul fondo dell’anima
mentre in superficie galleggiano promesse
che vengono meno come la spuma
sulla battigia.

18 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento