Archivio per 2006 | Pagina di archivio annuale

(questo post non ha titolo)

Accelerazione emotiva.Sono percorsa da correnti brucianti come lame.Ripenso alla donna dal volto spento che sedeva di fronte a me, nell’autobus.Aveva i lineamenti della provvisorietà. Una costante oppressione del quotidiano rigava la sua faccia.Ed io a guardarla.Il mio cervello aggrovigliato come un intestino.Ostruita da ogni lato.Osservavo la mia vita in controluce.

(questo post non ha titolo)

Ho scattato trecentoquarantasei foto. Mi sono scottata le guance e la punta del naso che fissava la sommità del trampolino di salto.Ho mangiato gofri al prosciutto e formaggio. Bevuto più birra di un finlandese in compagnia di un gruppo di finlandesi.Sono stata appollaiata su una montagnola di neve, all’ombra, a meno otto per vedere un’infelice discesa […]

(questo post non ha titolo)

Una libertà vuota di senso, dai contorni indefiniti.La sento, la caduta.Invece di conquistarmi con la fuga mi vedo incolta.Buttata in un cubicolo senza dimensioni dove la luce e l’ombra sono fantasmi tranquilli.Ciò che desidero non ha ancora nome.Sono un giocattolo a cui si dà la carica.E che, una volta esaurita, non troverà una sua vita propria.Eppure […]

(questo post non ha titolo)

Prendiamola con ironia, va.La vita è una grande maestra. La seccatura è che io non sono un’allieva modello. Non nella vita, almeno.La mia militanza nei rapporti con l’altro sesso mi ha regalato un carnet strabiliante.Un florilegio di curiosi individui.Dissociati mentali, anaffettivi, egoriferiti cronici, sessualmente deviati, bugiardi compulsivi, alienati sociali, gerontofobici.In un impietoso confronto le mie […]

(questo post non ha titolo)

Ho rassegnato le dimissioni. Verbalmente.E senza pensarci più di qualche minuto. Dalla scrivania accanto alla finestra guardavo la neve piovere.Un orgoglio doloroso mi carica -da sempre- di una responsabilità indefinita ed angosciosa nei confronti del mio quotidiano.Guardavo la neve piovere e ho percepito le mie mani vuote. Di motivazioni, progetti, slanci.Mi hanno consigliato di aspettare […]

(questo post non ha titolo)

Tappezzo la vita con giorni verniciati di bianco.Ora tappezzerò la mia pelle con le parole che più mi appartengono.I giorni e le notti suonano in questi miei nervi d’arpa.Rileggo. Ripeto.I giorni e le notti suonano in questi miei nervi d’arpa.Una pazzia? Forse il mistero di un’incertezza che voglio fissare.Quanti segreti nel destino di una vita.Anche […]

(questo post non ha titolo)

Uno sguardo fuggevole che diffonda un incanto breve.Cosa gracile, visibile in penombra e di riflesso.Che strappi la verità dalle mani e la deponga in altrui.Il mio esistere che sommuove i suoi sensi.Con un fremito lungo. Chiedo troppo.

(questo post non ha titolo)

Natale e Capodanno cassati.Ho bevuto.Chè parlare e ridere sembrava impossibile.La mia bocca inselvatichita, sigillata.Dalla finestra una lamina di ghiaccio a tagliare la notte.Le strade, la pelle, le voci.Ai margini della percezione.Chiudo gli occhi e arrivo, stanca, in un punto. Molto in fondo.Dove c’è il mio inizio.Dove non posso più essere.Sulla spiaggia del banale mi areno.Cosa […]