(questo post non ha titolo)

mattinata grigio topo, parcheggiata nella terra di nessuno che si trova tra l’intolleranza e l’esonero dai dissensi. dopo una giornata come ieri, la stanchezza dovrebbe essere passata. invece, ne ho talmente tanta addosso che mi affatico perfino ad usare le maiuscole ed i segni di interpunzione. tutto si sta infittendo… l’oggi mi mastica e mi risputa fuori verso il domani -credo sia il rovescio della medaglia della condotta che ho scelto- 
qualche parola oltremànica mi culla in concetti primitivi, sfoderandomi. ma io non possiedo una corsia preferenziale per certe emozioni così mi resta solo da sperare che trovino naturalmente uno sbocco in barba alla mia sorveglianza micragnosa.
mi sono ripromessa di non tirare le somme almeno fino a quest’autunno. mica facile.

16 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento