(questo post non ha titolo)

Non è che non ci sono più.

E’ che il tempo fuori di qui si incurva e s’appiattisce con capricciosa incostanza, ed è bello adeguarsi al suo progredire sinusoidale.
Il tatuaggio c’è, pulsa sul mio fianco e mi fa l’occhiolino ad ogni specchio. E’ il terzo, con tutta probabilità l’ultimo, ed è una speranza di maturazione da cui non potrò più prescindere.
Presto una foto, se riesco a cimentarmi in un dignitoso autoscatto.

C’è che mi sento come se m’avessero toccato una spalla e mi avessero bisbigliato, da dietro, guarda anche di là, vedi? E’ l’eremo di Sant’Alberto di Butrio. Lo vedi? Sì, tu sei agnostica, diffidente, scettica. Declini la tua spiritualità seguendo modi e tempi tutti tuoi, ma guarda.
Ci sono cartelli dove si prega di silenziare ovunque, e le rose canine in fiore, nel giardino, attorno al pozzo. La quercia davanti al santuario ha ottocento anni ed è un cappello di foglie sotto cui non ti dispiace l’idea di riposarti qualche minuto, in pausa dal ciarpame quotidiano.
Si celebrano pochi matrimoni in questa cappella, ché è minuscola e più di una dozzina di invitati, no, non sono ammessi. Lo so, tu non ti sposerai mai in una chiesa, sei coerente, ma almeno mettici un forse nelle tue parole. Metticelo per te, mica per altri.

C’è che ho stilato l’elenco delle cose indispensabili da portare in crociera perchè sono metodica e organizzata.
Poi ho riletto l’elenco e mi sono messa a ridere: nemmeno partissi per l’India a piedi.
Così, via! Righe nere tracciate sul superfluo, sullo scomodo, sull’eccentrico. Una valigia ridotta ai minimi termini, e va bene così.
Mi sento depositaria di un ritmo che non faccio fatica a seguire, che si mantiene costante lungo il tempo e si concede solo pause ideali.

Non è che non ci sono più.
E’ che il tempo fuori di qui mi regala incerti elementi non cristallizzabili nella monotona geometria d’uno scritto. E, anche potendo, non ho voglia di scalpellare parole oltre il limite del condivisibile.

16 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento