(questo post non ha titolo)

E’ il tutto, è l’insieme ed è il nulla il cui profilo tratteggio piano, con i polpastrelli. E’ questo tornare a casa in un momento troppo presente per concedermi una pigra assenza.
Sono queste sensazioni sulle quali sono disposta a sdraiarmi, assecondando le curve del loro corpo asciutto. Sensazioni che mi prendono in prestito, mi frullano, cambiano le mie coordinate e mi risbattono all’angolo.
E’ questo desiderio che torna al mittente senza valore aggiunto, questo mittente che cambia faccia, questa faccia senza identità.
E’ il cielo lattiginoso e basso che incombe, l’euro che mi manca sempre quando devo riscattare il carrello, le foto che riguardo e mi sembrano trascorsi interi lustri. Il calo di potassio e magnesio nel sangue.
E’ questa intima malinconia che declassa ogni pensiero. Petulante, cavernosa, flautata, glabra malinconia.
E’ l’impalcatura delle costole che sento cedere, i refusi affettivi, i giorni passati che rileggo e non traduco.
E’ il tutto, è l’insieme ed è il nulla il cui profilo tratteggio piano, con i polpastrelli.

[ l’account Flickr è stato creato. Le prime foto, se vi va, sono apparecchiate sul tavolo, a sinistra ]

25 commenti

  1. zud

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento