(questo post non ha titolo)

A volte il desiderio va esclusivamente assecondato e declinato seguendo il paradigma del sùbito.
Nessun passato a trattenere, nessun domani cui pensare.
Il desiderio va abbracciato tra due parentesi che ti sospendono nel momento.
Senza alcuna nota a margine, senza parole a corollario. Solo respiri brevi, inanellati come perle, a sgusciare fuor di labbra.
A volte, come poche altre volte. Scivolando per perdersi in ogni istante che è l’ultimo prima dell’istante successivo. Prima di un altro affondo, con la mano salda sulla nuca a sorreggere la spina dorsale del piacere.
E la luna a baciarci le spalle.

32 commenti

  1. gh7
  2. gh7
  3. gh7
  4. gh7
  5. gh7
  6. gh7
  7. Anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento