(questo post non ha titolo)

Come ho potuto ignorare l’esistenza di aNobii fino ad oggi??
Non ringrazierò mai abbastanza Ivan (per questa scoperta, per la minuziosa ricerca di file musicali, per la pazienza. Ecco)
Insomma, mi sono iscritta ieri pomeriggio e mi sono sloggata dopo la mezzanotte. Ho inserito tutti i titoli dei libri che avevo sottomano, nello studio. Codice dopo codice.
Passate le ventuno sono scesa a recuperare un paio di scatoloni ancora scotchati da dopo il trascloco. Ho recuperato libri dei quali sentivo la nostalgìa, altri che nemmeno mi ricordavo. Li ho spolverati, impilati e passati tra le mani come i prodotti del supermercato strisciati sul lettore del codice a barre.
Poi mi sono stancata, ché io sono pigra, si sa, e adoro la comodità.
Pertanto ho scartabellato tra i profili degli iscritti che il sito mi selezionava come "affini" ed ho aggiunto titoli e volumi tramite un solo click. Anche perchè, dopo più d’un centinaio di codici ISBN, ti ritrovi con gli occhi strabuzzanti dalle orbite, asciutti come polvere.
Nella remota eventualità che qualcuno di voi non conoscesse aNobii (pare io fossi una dei pochissimi) e nella convinzione che a molti piaccia leggere, ecco sfornato un post di pubblica utilità.

25 commenti

  1. zud
  2. Anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento