(questo post non ha titolo)

Questa mattina mi sono svegliata alle 06.40 con la betoniera del cantiere di fronte a casa che impastava cemento nelle mie orecchie.
Funziona così da quando siamo passati dall’ora solare all’ora legale. Prima ancora che il gatto venga a leccarmi le orecchie perchè ha fame la betoniera me le fracassa.
Ora. Quando mi sveglio "accidentalmente" io non sono quasi mai in grado di riprendere il mio sonno, prezioso quanto breve. Invidio a morte chi dorme di quei sonni lunghi ed ottusi, pesanti e attraversati da sogni che nemmeno ricordano, al risveglio.
Così, già che mi sentivo ingrillita prima delle sette del mattino ho partorito la prima idea balzana della giornata. Voglio trasformare la mia terrazza in una selva di piante aromatiche.
Badate bene. Quando io dico che non possiedo il pollice verde è perchè io realmente ammazzo tutte le piante, involontariamente. Il mio orgoglio vivaista si salva in corner grazie a Cornelia e Priscilla, le due piante grasse. Ché Ludmilla, la peonia, ci ha lasciato dopo settimane d’agonìa lo scorso giovedì.
Mi sono pertanto lavata, colazionata, vestita e diretta al mercato quando il medesimo è popolato solo di attempati incartapecoriti e pensionati di Villa Arzilla in uscita libera [ …e, ok, lo dico. Con uno di loro ero lìlìper prendermi a ceffoni pur di accaparrarmi una precisa piantina di timo. In barba al lodevole dovere civile di essere gentile e servizievole con gli anziani. Oh, l’avevo vista prima io, quella piantina]
Insomma, ho acquistato tutto, ma proprio tutto. Vasi, torba, terriccio, concimi liquidi e Loro: salvia, menta, rosmarino, timo, basilico e lavanda. Perchè le cose io le faccio in grande.
Sono tornata a casa ed ho sistemato tutto, preda d’un insolito ottimismo. Le piante interrate a coppie nei vasi, i vasi posizionati lungo il perimetro ovest della terrazza -sole sì ma non cocente- e Cornelia e Priscilla ad aprire e chiudere la fila. Sono soddisfatta, cielo, non sapete quanto.
Chissà cosa avrebbe pensato di questa flora rigogliosa Ludmilla, pace all’anima sua.

29 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento