(questo post non ha titolo)

Domani sera vai a cena fuori, scartando l’opprimente sensazione che sia incosciente. Eh già, perchè vai a cena con un perfetto sconosciuto, coetaneo e pure belloccio.
Tutte queste cose che sembrano accaderti intorno senza sosta, le piccole, frustrate ambizioni, le parole, tante, gettate come becchime al vento. Il tempo perso sta diventando esponenziale, non ti basta più scartarlo con maldestra presunzione.
Così ti inventi un modo ironico per comportarti come una ventenne e soffiare un sì. Nella speranza di ispirare il nome di un profumo o una sensazione qualsiasi purchè mai sentiti prima.

Quante cose potresti aggiungere.
Tipo che dei bellocci tu hai sempre diffidato. Tipo che hai conosciuto in passato uomini decisamente belli, decisamente intelligenti, decisamente affascinanti e decisamente incapaci di emozionare senza prescindere dalla consapevolezza di esserlo -e rimarcartelo-
Però, così facendo, non ti stai comportando da avventata ed entusiasta ventenne quindi stop alle considerazioni e via alla scelta della mise.

55 commenti

  1. utente anonimo
  2. utente anonimo
  3. utente anonimo
  4. utente anonimo
  5. utente anonimo
  6. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento