(questo post non ha titolo)

Valuto, ma con leggerezza.
Ho scorte di chiacchiere e spiragli ed eventuali traiettorie da percorrere. Ostinata e malinconica.
Non ho paura di essere dimenticata nei miei gesti e nelle mie parole. Mi spaventa più dimenticare.

Poi ci sarebbero un sacco di considerazioni da fare.
Particolari da trattenere o da raccontare, a seconda che il vino sia molto buono o meno, che il sorriso mi accompagni sulla soglia o inibisca un ulteriore passo.
Ma è quasi Natale e non mi va di irrigidirmi sulla teoria.
Mi piace pensarmi capace di afferrare le cose per intuizione, assimilandole a ritmo del presente.
Ed il presente scandisce queste parole: cinema – audacia – parrucchiera – valigie – Spagna.

19 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento