(questo post non ha titolo)

[ una tantum ]

Questo non è un blog in cui si ritorna per caso.
E’ un blog che si sceglie di leggere e si decide di smettere di leggere per motivazioni precise.
Io passo le dita sul tessuto dell’inespresso, delineo i contorni di una mappa emotiva e lì mi fermo perchè così mi sento di fare -o forse perchè solo così so fare-.
Non nomino le cose, non dispiego le motivazioni. Me ne accomiato fastidiosamente, forse.
La mia sensibilità ha fondali scuri e limacciosi, non pretendo che ci si veda chiaro qui dentro.
Mi piacerebbe essere compresa ed assimilata sull’onda dell’empatia, di un’affinità che non necessita di dove/come/quando/perchè/chi esplicitati. 
Quandànche volessi raccontare dove/come/quando/perchè/chi sarà, come è stato, solo fuori di qui, a chi voglio io e con modalità tutt’altro che ascrivibili al virtuale.
Non ti sta bene? Sì, lo dico a te: non ti piace?
Smetti di leggermi.

29 commenti

  1. utente anonimo
  2. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento