Colei che avvince con la sua bellezza

Ieri è nata anche Rebecca.
Ultimamente stanno nascendo figli di lontani parenti, di conoscenti, di amici.
Rebecca è la figlia di una buona conoscente. 06/07/08 bellissima data, magari le porterà fortuna anche se, visto il contesto in cui è nata, non credo ne avrà bisogno.
La guardo, ha un giorno di vita. I suoi occhi socchiusi, infastiditi dalla luce prepotente del mattino, sembrano virare al blu, acquosi e appannati. Solo il tempo dirà quale gene ha prevalso, se l’azzurro della madre o il nocciola del padre. Ha le dita delle mani e dei piedini bellissime, sono il dettaglio che più mi affascina nei neonati. Falangi, falangine, falangette ed unghie perfette, in miniatura.
Rebecca che ha l’ascendente in Capricorno, un aiuto essenziale a mitigare l’emotività sfarfallante tipica dei Cancro.
Rebecca che gorgheggia e gorgoglia bava, felice, mostrando le gengive nude e tentando di mettere a fuoco i volti di chi le parla piano, attorno. 
Mi avvampa una paralisi di tenera invidia e commozione, a guardarla. Sono preda di mille pensieri e considerazioni che velano lo sguardo e strizzano il cuore in una morsa rapace.
Mantengo il sorriso e consegno alla neomamma il pagliaccetto arancione e verde acido che ho comprato per Rebecca appena due giorni prima del parto, in anticipo di quasi due settimane sulla data prevista.
E’ proprio bella, Rebecca. E’ diventata il Tutto e ancora non lo sa.

15 commenti

  1. MDP

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento