Random

C’ho nella testa pensieri più o meno seri che s’affastellano senza rispettare alcun diritto di precedenza.
Lascia andare è la prima considerazione della giornata.
Lascia andare e guarda lo scorrere degli eventi o il loro schiantarsi a duecento all’ora contro un muro.
Perchè non ci si può cautelare da niente di brutto ma ci si può precludere il bello cautelandosi eccessivamente. Tanto vale lasciare andare.
Mai e poi mai è la seconda sentenza. Io di grigio pantegana questo inverno non mi vestirò perchè lo trovo mortifero e nuoce gravemente al mio umore. Chissenefrega se Carla Bruni ha sdoganato il tailleurino in visita ufficiale. Io in inverno solo nero, bianco, rosso e castagna o arancione zucca.
Musica è il terzo pensiero. Non scarico compro un album recente/decente da almeno tre mesi. Non mi riconosco più.
Emozioni è il quarto pensiero. Emozioni come dico io. Lo scuotimento alla base che smuove, salendo, e genera increspature e brividi.
Quelle emozioni che poi ritornano e fanno convergere tutto al centro, escludendo ogni altra sensazione che non venga da lì, dal centro.
Così forti, così prepotenti che alla fine cedi ad una mollezza serena e rassegnata.
Che sia quello che voglio più di tutto è la quinta notazione a piè di pagina, piccola piccola.
Se nessuno la legge forse è meglio.

9 commenti

  1. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento