Domenica

Questo fine settimana avevo sognato una lunga discesa verso il mare, attraversando il Turchino e le sue foreste di latifoglie lungo l’autostrada che taglia e buca le montagne.
E invece mi sono fermata prima, al castello di Tagliolo, per la Castagnata. Troppa gente mi disturba, il castello è meraviglioso solo quando a fine autunno è rivestito d’edera rossa e i ciottoli che portano alla corte sono lucidi e scivolosi. Ieri era una giornata soleggiata con una leggera foschia che si alzava dai filari di viti lungo i fianchi morbidi delle colline.
Ho preso un sacchetto di caldarroste e un bicchiere di vino rosso, mi sono seduta sulla panchina più tranquilla e mi sono lasciata tranquillizzare dalla bellezza del circostante. E’ l’unica bellezza che mi rassicura e mi commuove, al contempo, quella della natura.
Perchè è autentica. Perchè ti ridimensiona.
Poco più in là i fragori e lo scoppiettìo dei falò, il brusìo della gente, l’odore delle bucce bruciate delle castagne.
Io ed Effe non parliamo, è un atto di indulgenza verso lacrime pronte ad esondare. Finirei col piangere nel fazzoletto pure gli occhi, se potessi. Ma la giornata non se lo merita, la scusa è questa.
Sono fragile e spigolosa, reitero il solito errore di ammetterlo ma di non far nulla per non sembrarlo.
Mangio le ultime castagne e osservo il sole sbiadire e poi scomparire oltre le colline.
Il sole scende e la foschia sale. Quando ci alziamo dalla panchina di ferro i falò sono ormai dei silenziosi braceri e la piazza è quasi deserta.
Ho la sensazione che qualcuno potrebbe chiamarmi per nome, adesso, colmando il vuoto, questo vuoto che non ha misura e che mi scandisce, mi declina e mi taglia.
Chiamami per nome, mi piacerebbe sapere l’effetto che fa.

"Aspettami ogni sera davanti a quel portone, e se verrai stasera ti chiamerò per nome.
Chissà che occhi avremo, chissà che occhi avrò, ma se mi chiami amore, ti riconoscerò."


23 commenti

  1. utente anonimo
  2. utente anonimo

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento