Archivio per novembre 2008 | Pagina di archivio mensile

Della libertà

Io sono sempre stata libera. Liberissima. Ho goduto di talmente tanta libertà che mi sentivo persa. Ho sempre potuto fare quel che volevo: rientravo alle due di mattina a quindici anni, sono stata negli States a studiare a diciassette, ho vissuto lontano un paio di volte per poi ritornare e decidere che il concetto di […]

Delle tappe tardive

Camminare coadiuva il pensiero, quello sano. Ne corrobora la velocità, in parallelo. Così, mentre cammino in un flusso compatto di gente, lungo il corso che porta in centro, mi ritrovo a pensare tante cose, a fare diverse considerazioni. Il reale s’è ribellato all’ideale. Muovermi precisa tra ascisse e coordinate per evitarlo è stato inutile e […]

Dell’egoismo

Mi dà fastidio, mi risulta quasi insopportabile che tutto proceda, anche senza di me. Che le persone si incontrino, si scontrino, facciano qualche passo assieme, si salutino. Che la vita venga affrontata, sfidata, degnata di un senso, lontano da me. Che si coniughino verbi al plurale, si risolvano problemi, si abbottonino giacche. Mi dà fastidio […]

Dei piccoli punti cardine

Credo che se mi fosse concesso di tornare indietro nulla sarebbe così com’è oggi, ma proprio nulla. Perchè riconoscersi fallibile e fallimentare accade, magari per caso, e ti fa credere che sia la regola. Credo anche nelle regole, ma sono state le eccezioni quelle che mi hanno dimostrato di più. Credo d’aver scelto sovente la solitudine per […]

Di cosa è importante

E’ importante capirlo. E’ importante ammettere di aver sopravvalutato ma ancor di più d’aver sottovalutato. E’ importante chiedere scusa e non far fatica, avere un amico che ti sceglie ogni giorno anche per i tuoi difetti. E’ importante non far valere la ragione, sempre, e fare un passo indietro, essere meno fiscale, riottosa al cambiamento, […]

Del presente

Confrontarsi è un’esperienza meravigliosa e devastante.

Della precarietà

Trascorro giorni sottotraccia. Mi muovo e parlo senza lasciare indizi. Sto sperimentando il beneficio del dubbio ed è un’esperienza faticosa. Il dubbio è una leva che ti pungola e ti solleva dallo stato di quiete, è l’imprevisto dietro l’angolo, è il tarlo che ti trapana le meningi e l’incoraggiamento a fugarlo, insieme. Così, mentre vado […]

Delle ammissioni

Questo novembre ha finalmente i connotati di novembre. Ogni tanto riemergo da un abisso di pigre nebbie, sono giorni pesanti in cui cerco di sentire il passato con nuove orecchie e nuovi occhi. Per me non è facile ammettere che il mio vissuto è popolato dall’imgombrante presenza dei fantasmi di tutte le parole che non […]

Del prima o poi

La metafora del vivere, adesso

Del difendersi

Fermarsi. Pensare. Non mi voglio fermare. Tornare indietro di qualche passo e riconsiderare. Cambiare idea. Scrivere. Leggere. Leggere. Sentirsi sbattuta come la pioggia sul parabrezza, come le foglie marce sul selciato, come i cartelloni appiccicati ai muri. Uscire, passeggiare, comprare un ciondolo d’ametista enorme e legarlo subito al collo sperando serva. Mangiare sushi, salmone e […]