Dell’egoismo

Mi dà fastidio, mi risulta quasi insopportabile che tutto proceda, anche senza di me.
Che le persone si incontrino, si scontrino, facciano qualche passo assieme, si salutino. Che la vita venga affrontata, sfidata, degnata di un senso, lontano da me.
Che si coniughino verbi al plurale, si risolvano problemi, si abbottonino giacche.
Mi dà fastidio e mi fa male lungo tutto il corpo, alla base della schiena, in ogni giuntura.
Che ci siano braccia ad abbracciare, sorrisi imbarazzati, baci sotto l’ombrello aperto.
E ancora, illimitate parole d’amore che attraversino ponti e strade e piazze e marciapiedi e che arrivino a destinazione bussando alla porta giusta.
Per un anno, un mese, un giorno, un attimo, lontano da me. Estraneo a me.

16 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento