Archivio per agosto 2009 | Pagina di archivio mensile

Degli smarrimenti

A me che riesco a nominare l’essenza delle cose e non la loro assenza. A me che l’orgoglio mi tappa la bocca e dallo spiraglio entrano spifferi e suoni lontani. A me fa male tutto perchè niente diventa innocuo, col tempo. Nemmeno scoprire che un amico s’è sposato, che le persone vivono e camminano lungo […]

Delle illazioni

Non ti sbagliare. Quando mi vedi che sorrido e non parlo. Quando (ti) penso nei tanti modi in cui la pioggia cade. Quando sono mesi che diventano anni e non importa, perchè certe cose non cambiano mai. Quando comincio ad abbassare lo sguardo sulle cose che accadono intorno a me, e a fare più attenzione a quello […]

Delle attese

Perchè io li aspetto, il 26 novembre. Come un’Epifania.

Dell’impasse

Andare. Tornare. Fondamentalmente restare. Restare andando è la cosa peggiore che possa succedere. Perchè le ferie non sono dove vai, con chi vai e cosa fai. Sono a cosa pensi o, meglio, a cosa non pensi. Non si può decidere di non pensare, io non so farlo, almeno. Mi stendo sul lettino, nuoto fino alla […]