Archivio per 2010 | Pagina di archivio annuale

Del futuribile

E se non ci sarà nulla di tutto questo?Se non ci sarà l'attimo dell'avvicinarsi, riconoscendosi, se non verranno le parole, anche poche ma quelle giuste. Se non mi sentirò sicura al punto di chiudere gli occhi e dare le spalle?E se mancasse solo un colpo d'ala? Se non scoprirò sincronie impercettibili, movimenti famigliari, forme congruenti, […]

Dei compleanni in agguato

Ennesimo giro di boa -intorno al collo-I compleanni li vivo trattenendo il fiato e serrando gli occhi come fanno i bambini in età prescolare durante un temporale.Prima passano, meglio sto.Sto cercando tre titoli che mi aiutino a trascorrere il mese di agosto senza agonizzare nel pantano dei mesti palinsesti televisivi e dei redivivi urbanizzati controvoglia; se […]

Dagherrotipo

In queste giornate cotte di luce e sole, in cui anche il respiro si fa sottile per resistere, io non r-esisto più.Sono l'altra metà di una fotografia scattata anni fa, quando ancora si sviluppavano le fotografie impresse sui negativi. Sono la metà strappata che combacia con la metà che manca. La metà che deve raccontare tutto da […]

Omissis

Sono due giorni che parlo di dolore.Un carteggio virtuale ed innocente, perchè io sono innocente.Scrivo del dolore e mi rendo conto di credere che dovrebbe esserci, per legge, una soglia minima al di sotto della quale si diventa ridicoli a sostenere di provarne.Conosco persone che si lagnano e frignano come lattanti per cose che io […]

Memento

E siamo al giro di boa. Mezzo anno se n'è andato.Sei mesi. Manciate di settimane. Mi chiedono come sto, perchè mi si vede sempre meno, cosa è successo in tutto questo tempo… Tutto questo tempo.Quale tempo? Sette anni, tre anni, ieri, adesso. Non cambia niente. Niente se non la mia rinuncia a parlarne. Io non […]

Shhhhhh

Nasciamo soli, moriamo soli.Durante tutto il tempo che ci resta, nel mezzo, è doveroso per noi stessi cercare la compagnia giusta, complementare, stimolante.Ora, io non me ne intendo di compagnie giuste, ho sempre scelto seguendo il filo rosso della stimolazione ed ho comunque sbagliato un quantitativo discreto di volte.Mi ritrovo sola perchè io la categoria maschile […]

Telegraficamente

Mancano quattro giorni.Ed io ho la sensazione che da un momento all'altro il cuore si crepi come una maiolica.Per poi non sentire più niente.

Provvisorietà

Per ricordarmi di te sto dimenticando di pensare a me.Non c'entra più niente con te questa pioggia nell'anima.Non c'entrano più niente le date, le fotografie, i chilometri percorsi verso.Le mani che mi reggono la fronte ed un senso di spaventoso sbandamento.Sono disavvezza alla confidenza, alla familiarità, alla condivisione.Vorrei tanto scegliere una tovaglia per la cucina […]

Del restare, andando. E viceversa

Il corpo è semplicemente un'anima.Un'anima rugosa, grassa o secca, liscia o callosa, ruvida, elastica, croccante, iridata, sgargiante, vestita d'organza o mimetizzata in cachi, multicolore, coperta di morchia, di piaghe, di verruche. E' un'anima a fisarmonica, a trombetta, a pancia di viola, meravigliosa cassa di risonanza.La mia non ha più contorni definiti, come una enorme smagliatura […]

Delle scarne considerazioni

L'amore sovente non ha ali ma può avere radici profondissime.

Dello spolverare gli scaffali

C'è una lista che compilo giorno dopo giorno. La lista delle cose che potevano essere fatte e non possono più essere fatte. Il tempo che scorre, che mi sorpassa e m'aspetta, più avanti, pronto a fare i conti. I sassi lanciati e le mani nascoste, i cerchi che si spandono nell'acqua e poi il silenzio. […]

Dell’insofferenza

Io voglio che tu sia infelice perchè io non so essere felice. Perchè quell’incognito infinito sta nel passo che non so fare. Io voglio che tu ti areni e boccheggi perchè io non so più respirare senza faticare respirando. Siamo la storia di due destini tenuti insieme da opposte destinazioni. Tu a fronteggiare le tue […]

Delle buone abitudini

Voglio ricevere una lettera. Non una mail, un sms a rate, un post, una telefonata. Voglio una lettera da leggere. Una di quelle lettere che poi ripieghi con cura e nascondi tra le pagine di un libro che hai letto e che sai sempre in quale punto dello scaffale è riposto. Voglio che qualcuno investa -perda?- […]