Archivio per marzo 2010 | Pagina di archivio mensile

Del restare, andando. E viceversa

Il corpo è semplicemente un'anima.Un'anima rugosa, grassa o secca, liscia o callosa, ruvida, elastica, croccante, iridata, sgargiante, vestita d'organza o mimetizzata in cachi, multicolore, coperta di morchia, di piaghe, di verruche. E' un'anima a fisarmonica, a trombetta, a pancia di viola, meravigliosa cassa di risonanza.La mia non ha più contorni definiti, come una enorme smagliatura […]

Delle scarne considerazioni

L'amore sovente non ha ali ma può avere radici profondissime.

Dello spolverare gli scaffali

C'è una lista che compilo giorno dopo giorno. La lista delle cose che potevano essere fatte e non possono più essere fatte. Il tempo che scorre, che mi sorpassa e m'aspetta, più avanti, pronto a fare i conti. I sassi lanciati e le mani nascoste, i cerchi che si spandono nell'acqua e poi il silenzio. […]